Voce di Mantova 1 marzo 2013

Pubblicato: Venerdì, 01 Marzo 2013 Stampa
Edera la soluzione Voce 01-03-2013
“Edera, la soluzione è quella auspicata da anni”
CURTATONE -«Nel 2008 le previsioni di vendita e di crescita del mercato edilizio erano
poco verosimili e si scontravano con la realtà. Finalmente si è arrivati a una decisione che
il Comitato di Quartiere di Levata auspicava da anni». Il presidente del Comitato Alessandro Bertazzoni si rallegra
per lo sviluppo della vicenda della nuova scuola di Levata,che sembrerebbe essersi sbloccata dopo la decisione
dell’amministrazione comunale di Curtatone di procedere all’escussione della fideiussione, che vale 7 milioni e 800mila
euro, per completare le opere di urbanizzazione, iniziate e mai finite dall’Immobiliare Edera. Poi si farebbe partire il
cantiere del plesso scolastico. In alternativa, se dovessero presentarsi problemi, è pronto il piano B, che prevede
l’individuazione di un altro imprenditore al quale sarebbe affidata la realizzazione della scuola attraverso la stipula di
un contratto di disponibilità. «Questa presa di posizione forte e decisa - spiega Bertazzoni consente di mettere in
cantiere la scuola, che la frazione attende da dieci anni. Questa decisione doveva essere presa dall’amministrazione
all’inizio del suo mandato». Bertazzoni esprime sollievo per la scelta del Comune e rammarico perché a tale scelta
si poteva giungere molto tempo fa. «L’idea della scuola,adesso, non è più così fumosa,potrebbe avere un futuro». Anche
il vicesindaco Giuseppe De Donno ritiene che la frazione abbia effettivamente bisogno della scuola: «Levata è
un centro in costante espansione demografica». ( g. v. )
E Il Comune incontrerà i cittadini
LEVATA (Curtatone) -Il prossimo passo da parte dell’amministrazione comunale di Curtatone, in merito alle ultime
dichiarazioni e decisioni prese in relazione alla costruzione della nuova scuola primaria di Levata e al quartiere
Edera, sarà la promozione, in tempi brevissimi, di un’assemblea pubblica ad hoc per informare i cittadini.
Sarà inoltre inserito, in un prossimo consiglio comunale, un punto specifico all’ordine del giorno per
discutere nel dettaglio la questione. ( g. v. )