PDFStampaE-mail

Un evento di rara importanza, quasi unico

Domenica 02 Aprile 2017

In una certa cultura contadina, una cosa regalata è vista con sospetto e considerata di probabile poco valore. Invece questo regalo è da considerare di quelli che valgono come un brillante.

È uscito il volume di Big Chief Giuseppe Callegari (1) e di Cesare Spezia "I Madonnari delle Grazie" : non un libro, ma un'inchiesta giornalistica, scrive Giuseppe; è anche, incontestabilmente, il risultato di un grande lavoro di ricerca, donato alla comunità come il più puro degli atti di volontariato. È una di quelle opere che cementano la memoria storica di quel grande paesone (oops! di quella grande città Wink) che è Curtatone: da citare subito nelle pagine di Wikipedia su Curtatone e sulla Fiera.

Il libro è in formato elettronico: chi ha ancora l'inveterata abitudine Cool di considerare una biblioteca come una serie di scaffali, potrebbe restare deluso, ma si consoli pensando alle tante funzioni di ricerca che sono possibili con questo strumento moderno, che consente, per soprappiù, un risparmio di costi che, altrimenti, ucciderebbero tanta creatività.

A proposito di funzioni di ricerca: tutto il materiale che trovate nell' "ARCHIVIO" del sito del Comitato di Levata è indicizzato 'a pieno testo', cioè l'intero testo contenuto nei documenti viene ricercato per parole contenute (non pretendiamo di fare concorrenza a Google, ma molto alla lontana sì!). Questo vale anche per i documenti comunali pubblicati nell'albo pretorio, ed anche per il libro di cui si parla. Quindi, da ora in poi, se volete sapere qualcosa di più di quel madonnaro di cui ricordate solo il cognome, basta scriverlo nella casella di ricerca e sarete subito condotti al libro, dove, con Ctrl+F, troverete tutti i punti in cui se ne parla.

(1) Di Giuseppe voi tutti leggete di certo regolarmente "Il topone": qui l'ultimo numero.

 

PDFStampaE-mail

Il teatro dialettale non ci sarà

Domenica 19 Febbraio 2017

Il concorso teatrale dello scorso anno resterà la chiusura in bellezza di una tradizione trentennale?

Così sembra: durante la nostra assemblea del 9 febbraio abbiamo preso atto della impossibilità di continuare ad organizzare la stagione teatrale con le nostre forze. Potremmo lamentarci della complessità delle procedure, che cresce ogni anno, potremmo prendercela con il disinteresse dei giovani verso le nostre tradizioni oppure con il tempo che passa per tutti noi, che ci rende di anno in anno più acciaccati: la verità è che non siamo stati capaci di costruire una successione di collaboratori ed organizzatori, risultato che avrebbe richiesto una visione pluriennale, perché le competenze che servono non sono così banali come potrebbe apparire dall'esterno.

Il sindaco è stato molto carino e collaborativo: ci ha proposto un sostegno economico, ma purtroppo non è quello il problema principale, anche se far quadrare i conti è anche questo diventato una scommessa. Se però qualcuno volesse farsi avanti per prendere in mano questa tradizione di Levata, noi garantiamo fin d'ora il massimo supporto.

Nell'assemblea abbiamo poi definito le date di una serie di serate che organizzeremo, mentre resta fissata al 25-26 marzo la nostra prossima mostra di pittura, che dovrebbe veder esporre una persona alla quale teniamo tanto, un grande sostenitore e animatore del comitato di quartiere.

Abbiamo poi preso atto del fatto che, come ognuno può constatare, il nostro paese è sempre più il paese delle mille proroghe (che, come noto, non son buone da mangiare): l'udienza chiave per Edera rinviata a data da stabilire, il bilancio comunale, promesso per fine gennaio, rinviato, la ciclabile di via Costituzione pronta a partire ma non partita, lo sbocco di via Rubens verso la stazione in attesa; per fortuna la sistemazione dell'incrocio dell'Arginotto è diventata esecutiva, deve partire presto ed essere completata entro l'estate: verificheremo.

   

PDFStampaE-mail

I risultati del concorso letterario

Giovedì 08 Dicembre 2016

Si è concluso con le premiazioni il concorso letterario del Comitato di Quartiere, voluto e organizzato dal nostro Fausto Baraldi, e sostenuto dall'amministrazione comunale e dal sindaco, che ha inviato a rappresentarlo la consigliera Antonella Montagnani e l'assessore Luigi Gelati.

Le classifiche sono state stilate dai professori Marco Belfanti Luciana Luppi e dall'artista (pittore, musicista, scrittore) Stefano Morandi. Il presidente del comitato Franco Presciuttini ha tenuto a sottolineare il grande rigore al quale è stata improntata l'azione della giuria: non solo tutti gli elaborati sono stati valutati in forma anonima, ma i giudici hanno valutato le opere ciascuno per proprio conto, prima di incontrarsi per stilare la classifica.

Il risultato è stato che, nella sezione 'Prosa', la più affollata, ci siamo trovati con due primi a pari merito, due secondi a pari merito e due terzi a pari merito! Erano in concorso 29 opere di 27 autori. Di queste: 3 poesie ed il resto prosa, 2 concorrenti giovanissimi, ed una concorrente, non residente a Curtatone, Giulia Rossi (di soli 92 anni!), è stata accolta fuori concorso ed ha presentato un fresco racconto colmo di ricordi personali.

La professoressa Luppi ha svolto una relazione conclusiva ed ha dedicato a ciascun premiato una motivazione densa di citazioni dagli elaborati.

I premiati, che hanno ricevuto ciascuno un bel pacco di libri, li trovate nella classifica finale: ricordiamo soltanto i due giovanissimi Matteo Fochi (11 anni!) e Gaia Magnani (9 anni!), ed i primi classificati della sezione prosa, Luca Artioli, che ha presentato '8 agosto 1944', toccante ricostruzione storica di un delitto nazista, e Stelio Carnevali, che ha anche letto con molta verve il suo racconto, 'Chiodo e martello', una vivace e spiritosa ricostruzione da ricordi personali del tempo che fu.

Trovate tutti i testi qui.

   

PDFStampaE-mail

Il Portavoce di frazione funziona!

Martedì 09 Febbraio 2016

Abbiamo un primo successo per l'iniziativa che la nuova amministrazione comunale aveva lanciato fin dal suo insediamento, state bene a sentire.

Un gruppo di volontari mantiene, in ogni frazione di Curtatone, uno 'sportello', aperto una volta a settimana in orari e luoghi che sono stati comunicati con una lettera circolare del comune, consegnata nel novembre scorso a tutti i concittadini. Questo 'sportello' riceve tutti coloro che hanno da segnalare qualsiasi problema e può essere di aiuto per chi avesse anche solo un problema personale, come ad esempio qualche difficoltà nel raggiungere gli uffici comunali per sbrigare una pratica.

Per Levata questo compito è stato assunto dal Comitato di Quartiere, che riceve ogni mercoledì in sala civica dalle 18 alle 19, e che peraltro ha sempre realizzato questa funzione negli anni: lo si può constatare in questa pagina di segnalazioni 'storiche', pagina che presto completeremo con le segnalazioni raccolte con la funzionalità del Portavoce di frazione.

Ora, udite, udite! Una delle segnalazioni raccolte riguarda la lunghezza delle code al passaggio a livello di Levata, ed è stata preparata con un dettagliatissimo rapporto da un nostro concittadino che, ahimé per lui, abita vicino al passaggio a livello e respira l'aria resa fetida dai motori delle auto in coda, i cui conducenti non spengono i motori, come dovrebbero Yell, durante l'attesa.

Ebbene quella segnalazione è stata processata dagli uffici comunali, che hanno richiesto un intervento a RFI (Rete ferroviaria italiana), e, bum!, da ieri il passaggio a livello ha dimezzato i tempi di attesa per i treni provenienti da Mantova, che hanno ora, anche nel senso opposto, valori ragionevoli. Si potrebbe certamente fare ancora di più, ma un risultato importante è stato comunque raggiunto.

Intendiamoci: non ci illudiamo sul fatto che tutto sia dovuto alla segnalazione del nostro concittadino, probabilmente RFI aveva già preparato la modifica, altrimenti non l'avrebbero realizzata così in fretta, ma ci piace pensare che la segnalazione abbia almeno affrettato i tempi. Non dimentichiamo inoltre che altri risultati devono essere ottenuti per rendere il passaggio a livello degno dei nostri tempi: spegnimento dei motori nell'attesa e prevenzione di comportamenti scorretti e pericolosi da parte di alcuni automobilisti, che si lanciano a tutta velocità per passare prima della chiusura.

Al Comitato di Quartiere abbiamo espresso alcune critiche sulla organizzazione dell'attività dei portavoce di frazione, e parte di queste le manteniamo, in particolare sulla carenza di comunicazione ai concittadini delle possibilità di questa funzione, e sulla carenza di coinvolgimento dei funzionari comunali nell'interagire direttamente con i cittadini richiedenti. Tuttavia segnaliamo, e continueremo a segnalare molto volentieri i risultati che saranno ottenuti. 

   

PDFStampaE-mail

Super Faustissimo

Domenica 20 Dicembre 2015

Il nostro Fausto Baraldi ci aveva già stupito: pittore raffinato, poeta e scrittore, cultore del dialetto, educatore, organizzatore della nostra biblioteca, del circolo dei lettori e, soprattutto, del circolo dei piccoli lettori, e l'elenco potrebbe continuare.

Ora ha coronato questa eccezionale attività al servizio della comunità meritando il Premio alla bontà "Costantino Canneti". Questo premio, istituito per lascito testamentario del Grand'Ufficiale Costantino Canneti, viene assegnato da una commissione formata dal Comune di Curtatone a residenti o nati nel comune che si siano distinti per attività di volontariato a favore della comunità.

La cerimonia per il conferimento si è svolta nella sala consiliare di Corte Spagnola sabato scorso, 19 dicembre. Questa mattina abbiamo festeggiato il nostro Fausto in sala civica.

Ora viene da chiedersi con quali altre sfide Fausto ci stupirà ancora, perché è ovvio che lui non ha intenzione di fermarsi qui. Chi vivrà vedrà!

   

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 16 maggio 2015

Sabato 16 Maggio 2015

   

PDFStampaE-mail

Il centro "Io ti ascolto"

Domenica 28 Aprile 2013

Il Comitato di quartiere di Levata accoglie e sostiene il centro "Io ti ascolto".

Questa importante iniziativa di volontariato è attiva da anni ed ora si rilancia con rinnovato vigore.

Essa si rivolge a tutti coloro che avvertono disagio o malessere nelle relazioni familiari o sociali: problemi di coppia o fra genitori e figli, problemi adolescenziali, problemi al lavoro. Viene offerto un supporto di analisi e comprensione di livello professionale, completamente gratuito ed ovviamente in assoluta riservatezza.

SI RICEVE SU APPUNTAMENTO

in sala civica il giovedì dalle 15 alle 18

Per prenotare telefonare o SMS al
349  0088253

Guarda il manifesto.

   

Pagina 2 di 2

<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie a scopi statistici e per rendere il sito di più facile utilizzo. Per saperne di più.Garante per la protezione dei dati personali