Rassegna stampa

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 07-03-2018

Venerdì 09 Marzo 2018

Edera: aggiudicato l’appalto per i lavori

Svolta per la lottizzazione di Levata, saranno realizzate le opere di urbanizzazione. Cantiere in poche settimane di Matteo Sbarbada

Il degrado della lottizzazione Edera...Il degrado della lottizzazione Edera a Levata (Curtatone)

CURTATONE (Levata). Passaggio chiave nell’annosa vicenda della lottizzazione Edera di Levata.

Dopo anni di attese e rinvii, è arrivata l’aggiudicazione provvisoria per la realizzazione delle opere di urbanizzazione.

Ad aggiudicarsi l’appalto è stata la ditta Franzoni & Bertoletti. Il primo lotto di lavori riguarderà il completamento dell’asse stradale Levata-via Arginotto, la realizzazione di rotatoria, parcheggi, pista ciclabile e impianto di illuminazione. Il quadro economico è di 380mila euro, l’azienda di San Giorgio si è imposta grazie all’offerta economica più vantaggiosa. «I dettagli delle cifre saranno resi noti tra fine mese ed inizio aprile, una volta che avverrà l’aggiudicazione definitiva - spiega l’assessore Ivan Fiaccadori -. Come da prassi, in queste settimane dovranno essere verificate la documentazione di gara prodotta dalla ditta e le autocertificazioni. Seguirà la stipula del contratto».

La gara di appalto si era aperta lo scorso dicembre e si è chiusa il 15 gennaio. Le offerte ricevute sono state 95. È stata poi costituita la commissione che, dopo una serie di incontri, ha indicato la ditta vincitrice. «Il Comune ha approvato il bilancio preventivo lo scorso 28 febbraio e di conseguenza gli uffici sono nella piena operatività tecnica e finanziaria per dare corso all’opera - prosegue Fiaccadori . Auspichiamo che il meteo sia clemente e che ci consenta di aprire il cantiere entro poche settimane».

Soddisfatto il sindaco di Curtatone, Carlo Bottani. «Siamo finalmente arrivati ad avere il nominativo della ditta vincitrice. Sono molto soddisfatto: l’apertura del cantiere si avvicina a grandi passi». Terminati i lavori del primo lotto, l’amministrazione comunale valuterà come muoversi per la realizzazione del secondo stralcio di lavori.

Della lottizzazione Edera si parla dal 2004. Il via dei lavori ad inizio 2011 con le prime opere di urbanizzazione. La lottizzazione è della Immobiliare Edera di Lagocastello Immobiliare, cui fanno capo Antonio Muto e Alessandro Borsato. I lavori si interrompono presto. Nell’ottobre 2011, sigilli al cantiere per il ritrovamento nel terreno di inerti contenenti amianto.

Sigilli che vengono tolti nel maggio 2012. I lavori, però, ripartono per poche settimane. A quel punto l’azienda getta la spugna. Il Comune nel 2013 attiva la procedura per la riscossione della fideiussione. Obiettivo, utilizzare i soldi per sostituirsi alla lottizzante e completare le opere di urbanizzazione.

Procedura che dura anni, con la società assicuratrice che dice no a tutte le richieste di indennizzo. Parte la battaglia giudiziaria con Sace. Nel 2016 il tribunale di Mantova emana un decreto ingiuntivo per il pagamento della fideiussione. Sace fa ricorso, ma il tribunale dà ragione al Comune, imponendo alla società assicurativa il pagamento della polizza da 2 milioni e 400mila euro. Sace non molla e prosegue nella battaglia legale. Il Comune, però, attiva l’iter per il via ai lavori.

 

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 14-02-2018

Venerdì 16 Febbraio 2018

Scuola senza traffico. Esperimento promosso

CURTATONE (Levata). Tanta sicurezza e pochi disagi. Le famiglie promuovono la chiusura al traffico del tratto di strada su cui si affaccia la scuola elementare di Levata, negli orari di entrata ed uscita degli studenti. A 10 giorni dal varo, il progetto sperimentale del Comune è già un successo. «Sul fronte della sicurezza è stato fatto un grande passo avanti – commenta Franco Presciuttini, presidente del comitato di quartiere - Finalmente i bambini sono protetti e i disagi sono minimi: solo un po’ di congestione del traffico nelle vie laterali».

Svanite anche le iniziali perplessità dei nonni-vigili. «All’inizio uno dei volontari aveva deciso di non dare il proprio contributo al progetto – prosegue Presciuttini – ma poi si è convinto a partecipare ed ora mi sembra che tutti i nonni-vigili siano soddisfatti, perché riescono a gestire molto bene la situazione». In questa prima fase, i volontari sono seguiti da vicino dalla polizia locale. «Un nostro agente è presente ogni giorno sul posto - spiega il comandante Cristiano Colli - per assicurarsi che tutto vada per il meglio. Finora non ci sono problemi ed il traffico è scorrevole».

Unico neo, un segnale stradale che resta fisso su via Costituzione, continuando ad indicare la deviazione su via Leopardi. «Noi residenti sappiamo che vale solo negli orari di entrata ed uscita degli studenti – spiega Presciuttini - ma a Levata circolano anche automobilisti provenienti da altre località». Colli assicura che i dettagli del progetto sono in via di definizione. Nel frattempo si prepara a presidiare anche Buscoldo, dove oggi entra in vigore lo stop pomeridiano del traffico sulla strada che porta alle scuole elementari. Via XXV aprile, da tempo interessata dalla chiusura negli orari mattutini di entrata ed uscita degli allievi, d’ora in poi sarà off limits per le auto anche dalle 16.05 alle 16.15, ma solo al martedì e al giovedì, quando c’è il tempo pieno in sei classi. (r.l.)

   

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 25-01-2018

Venerdì 09 Febbraio 2018

   

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 24-01-2018

Venerdì 09 Febbraio 2018

   

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 26-01-2018

Domenica 28 Gennaio 2018

Ladri smascherati da un cittadino del controllo di vicinato a Levata

Lancia l’allarme alla polizia che li ferma dopo il tentativo di fuga in autobus

CURTATONE. Due giovani ladri, smascherati da un cittadino detective, si sono dati alla fuga su un autobus, ma sono stati fermati dalla polizia. E’ accaduto giovedì sera, a Levata. Erano circa le 19, quando un residente ha notato due ragazzi di carnagione chiara che si aggiravano con fare sospetto in via Tiepolo.

Entrambi cercavano di nascondere il viso sotto il cappuccio del giubbotto e, quando si sono visti osservati, hanno cominciato a camminare a passo veloce. Il residente, però, non si è perso d’animo. Li ha seguiti e contemporaneamente ha allertato le forze dell’ordine e l’associazione Controllo del Vicinato, che a Levata può contare su una rete di oltre 300 famiglie.

Sentendosi braccati, i due malviventi hanno raggiunto una fermata Apam, nei pressi di via Falcone e Borsellino, e sono saliti su un autobus diretto a Mantova. L’arrivo tempestivo di una volante della polizia ha posto fine alla loro fuga. I borseggiatori, fermati sul bus dagli agenti, sono stati perquisiti e trovati in possesso di alcuni portafogli rubati, tra cui quello di una donna residente a Levata, in via Leopardi. Colti in flagrante, con il bottino nascosto addosso, i due ladri sono stati condotti in questura.

Alla sentinella di quartiere vanno i complimenti di Giuseppe Bruzzano, referente dell’associazione Controllo del Vicinato: «La collaborazione tra comunità e forze dell’ordine è fondamentale nella lotta alla criminalità - spiega - Una segnalazione tempestiva consente alla polizia d’intervenire con successo e questa vicenda ne è la prova. A Levata, nei giorni scorsi, ci sono stati parecchi furti, che hanno gettato nello sconforto tanti residenti. Ciò che è accaduto giovedì sera, però, li rincuora e soprattutto li incoraggia a rivolgersi alle forze dell’ordine. Se vogliamo che i nostri quartieri siano più sicuri, dobbiamo segnalare i movimenti sospetti e denunciare sempre ogni forma di reato».(r.l.)

   

Pagina 1 di 63

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie a scopi statistici e per rendere il sito di più facile utilizzo. Per saperne di più.Garante per la protezione dei dati personali