Scuole

Edifici scolastici e di ausilio didattico

PDFStampaE-mail

La scuola è più lontana? (2)

Venerdì 31 Dicembre 2010

Sono passati più di due mesi da quando, il 21 ottobre, il sindaco, in riunione pubblica, ha comunicato la decisione dell'amministrazione di procedere con la nuova scuola nel Piano Edera, ed ha dichiarato che entro un mese si sarebbe approvato il progetto ed indetta la gara.

Quella scadenza non è stata rispettata ed il ritardo rispetto alla tabella di marcia è ora di oltre un mese. Intanto bisogna ritenere che anche la dichiarazione di realizzazione entro due anni della scuola, con apertura per l'anno scolastico 2012-2013, sia già superata.

Per la verità non tutto è rimasto fermo: all'inizio di questo mese di dicembre è stato approvato il progetto esecutivo delle opere di urbanizzazione del Piano Edera, giacente in comune da oltre un anno. E' stato quindi compiuto un primo passo concreto, ma non basta: resta da approvare il progetto esecutivo della scuola.

E' noto tuttavia che il comitato di quartiere si è sempre espresso contro quella realizzazione, e questa posizione non è cambiata di un fennech. Ma il ruolo del decisore spetta agli amministratori, ed è compito di noi cittadini pretendere e verificare che alle dichiarazioni facciano seguito le conseguenti decisioni esecutive.

Che la nuova scuola, dopo essere migrata nel deserto, sia ora diventata un miraggio?

 

PDFStampaE-mail

La scuola è più lontana?

Martedì 30 Novembre 2010

E' passato più di un mese da quando, il 21 ottobre, il sindaco, in riunione pubblica, ha comunicato la decisione dell'amministrazione di procedere con la nuova scuola nel Piano Edera, ed ha dichiarato che entro un mese si sarebbe approvato il progetto ed indetta la gara.

Quella scadenza non è stata rispettata. Se qualcuno ne ha notizie, ce le comunichi. Noi non smetteremo di tenere sotto sorveglianza la situazione. Intanto bisogna ritenere che anche la dichiarazione di realizzazione entro due anni della scuola sia già superata?

E' ben noto che il comitato di quartiere si è sempre espresso contro quella realizzazione, e questa posizione non è cambiata di un fennech. Tuttavia il ruolo del decisore spetta agli amministratori, ed è compito di noi cittadini pretendere e verificare che alle dichiarazioni facciano seguito le conseguenti decisioni esecutive.

Che la nuova scuola, dopo essere migrata nel deserto, sia ora diventata un miraggio?

   

PDFStampaE-mail

Una scuola nel deserto?

Domenica 24 Ottobre 2010

 

Montaggio scuola su lottizzazione edera in cantiere

 

Il 21 Ottobre l'amministrazione ha incontrato le principali organizzazioni di Levata (Comitato, Polisportiva e Parrocchia), al fine di presentare il progetto della nuova scuola.

Il comitato ha presentato, in quella sede, le proposte elaborate negli anni sulla sua possibile collocazione; le riassumiamo brevemente (le potete anche approfondire qui e qui):

  • Ristrutturazione edificio esistente

  • Localizzazione in area Comac (ci è stato detto che sono in corso trattative con l'imprenditore: perché non si fa uno sforzo per includervi la scuola?)

  • Realizzazione al posto dei campi di calcio in zona polisportiva (è vero che quest'ultimi andrebbero ricollocati a Edera, ma in questo modo si avrebbe un bel centro sportivo culturale e ricreativo attorno al palazzetto, con la possibilità di aggiungere, in futuro, una sala polivalente).

Come già accaduto con la passata amministrazione, anche stavolta abbiamo assistito alla semplice esposizione di decisioni già prese senza ascoltare la popolazione: la scuola si farà nella lottizzazione Edera!

A nulla è servito presentare obiezioni sui rischi di questa scelta:

  • Collocazione lontana dal centro

  • Un'area che per decine d'anni sarà popolata da cantieri (rumori, polveri, fango e rischio vandalismo).

  • Una lottizzazione che rischia di aggiungere ulteriori appartamenti vuoti dove già ce ne sono troppi (con le nuove condizioni socio-economiche il futuro di Edera è diventato incerto).

Ancora una volta ci è stato presentato il “grande progetto per Levata” con risistemazione del centro, ciclabili, servizi e soprattutto una nuova scuola moderna energeticamente autonoma e realizzata in 2 anni!

Le parole sono sempre quelle, le stesse dell'Amministrazione precedente: a sentire quest'ultimi oggi avremmo già la scuola, mentre un quartiere pronto ad accogliere 1500 nuovi levatesi festanti sarebbe in un buono stato di avanzamento. E invece cosa abbiamo? Solo campi incolti!

Dovremo quindi subire una scuola che per anni si troverà in mezzo al deserto?

   

PDFStampaE-mail

Tranquilli: la nuova scuola è vicina!?

Venerdì 22 Ottobre 2010

Ieri sera si è svolto in sala civica l'incontro voluto dagli amministratori con comitato di quartiere, polisportiva e parrocchia.

Il sindaco Antonio Badolato, accompagnato da una folta rappresentanza di giunta e consiglio, nonché dall'ingegnere progettista Ugo Bernini, ha illustrato con chiarezza come intende il rapporto con la popolazione: "Voi discutete pure, siamo qui per ascoltarvi, ma noi abbiamo già deciso".

Ad ogni buon conto questo è il documento che il comitato aveva elaborato per contestare sul piano tecnico le indicazioni dell'amministrazione comunale.

Tuttavia comunicazioni molto importanti sono finalmente arrivate: la scuola si farà in un tempo da record (naturalmente all'Edera però).

Tutti gli interessati sono pregati di annotarsi queste scadenze, non occorrerà aspettare molto per verificarne il rispetto:

  • 31 dicembre 2010: progetto approvato e indizione della gara
  • 30 giugno 2011: scelta dell'impresa ed inizio dei lavori
  • 30 giugno 2012: scuola finita, consegna delle chiavi al personale insegnante

Il costo, comprensivo di ogni onere, dai parcheggi agli arredi ed ausilii didattici, ed anche compresi gli oneri fiscali, è previsto in poco meno di 3 milioni e 300mila euro.

   

PDFStampaE-mail

Nuova palestra di Levata

Giovedì 11 Gennaio 2001

11-01-2007
Convenzione provvisoria per la gestione e l’uso della nuova palestra di Levata
Il presidente ha ricevuto dall’Amministrazione comunale la bozza della convenzione, che può essere così riassunta:
Il Comune offrirà la gestione della palestra a titolo gratuito, per un anno e con possibilità di revisione, alla Polisportiva di Levata.
La palestra sarà destinata principalmente alle manifestazioni sportive.
L’uso sarà consentito alle scuole ed ai cittadini, con precedenza ai più giovani, ai residenti nel quartiere e nel Comune.
Occasionalmente la palestra potrà essere utilizzata per altri scopi sociali, previa autorizzazione del Comune.
Il Comune si riserva l’utilizzo della palestra a titolo gratuito per 15 giornate in un anno.
Le scuole che ne faranno richiesta e presenteranno un programma annuale, potranno utilizzare la palestra nelle ore antimeridiane.
Le scuole sono tenute alla pulizia della struttura alla fine di ogni attività.
Il concessionario sarà tenuto alla gestione degli impianti, compresi gli oneri di manutenzione ordinaria.
Le tariffe d’uso a carico dei privati saranno stabilite dal Comune.

   

Pagina 4 di 4

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie a scopi statistici e per rendere il sito di più facile utilizzo. Per saperne di più.Garante per la protezione dei dati personali