Sicurezza

Sicurezza delle abitazioni e dei cittadini nelle loro attività quotidiane

PDFStampaE-mail

Condannati!

Lunedì 25 Maggio 2015

Oggi, poco prima di mezzogiorno, si è concluso il processo di 1° grado nei confronti dei 2 accusati della rapina di Levata: la sentenza è di condanna a 14 anni e 7 mesi (l'accusa aveva chiesto 14 anni).

E così abbiamo realizzato lo scopo, duplice, che ci eravamo prefissi con la costituzione di parte civile del Comitato di Quartiere: dare sostegno alle vittime, che troppo spesso, in casi simili, vengono lasciate a fronteggiare la loro tragedia in solitudine, e contribuire fattivamente, come è stato, grazie al nostro avvocato Maddalena Grassi, alla condanna dei colpevoli.

Il controllo di vicinato è stato quindi riconosciuto dal tribunale come attività meritevole di riconoscimento e di risarcimento da parte di colpevoli di azioni delittuose; ci è stato infatti riconosciuto un risarcimento provvisionale, anche se ovviamente non possiamo farne gran conto.

Nella prossima assemblea del comitato, che si terrà il 4 giugno prossimo, avremo modo di raccontare i momenti salienti del processo e di discutere se chiedere il sostegno economico dei concittadini per affrontare le spese conseguenti.

 

PDFStampaE-mail

Ancora corsi di difesa personale

Martedì 24 Marzo 2015

Il comandante Colli ci comunica:

Corso antiaggressione

Trasmettiamo in allegato l'invito all'incontro che si terrà presso la sede consigliare comunale in data giovedi 26 marzo 2015 alle ore 21.00 su tematiche molto importanti quali la prevenzione e tutela della sicurezza femminile, tentativi di violenza, stalking e metodi per prevenire tali fenomeni.

L'incontro fortemente voluto e organizzato dal Comune di Curtatone, verrà presentato dal Sindaco di Curtatone Dott. Antonio Badolato.

A seguire quattro incontri pratici finalizzati all’apprendimento di tecniche difesa personale rivolti alle donne, tramite la disciplina del “Krav Maga”, un sistema di combattimento a mani nude appositamente elaborato per uno scopo specifico: sopravvivere a qualsiasi aggressione. Esso rappresenta una forma pura di autodifesa che prevede tecniche efficaci ed istintive per potersi difendere in ogni situazione.

Il corso è completamente gratuito e gli appuntamenti si svolgeranno con il seguente ordine:

-          primo incontro teorico giovedi 26 marzo alle ore 21.00 presso la sala Consiliare del Comune di Curtatone (Montanara);

-          quattro incontri pratici nei giorni mercoledi 01 - 08 – 15 - 22 Aprile dalle ore 20.30 alle ore 21.45 presso la palestra del Palazzetto dello Sport di Levata, via Caduti del Lavoro – Levata di Curtatone.

Per effettuare l’iscrizione è possibile spedire una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure telefonare al numero telefonico (0376/358116) del Comando Polizia Locale di Curtatone

   

PDFStampaE-mail

Siamo parte civile nel processo

Martedì 25 Novembre 2014

Oggi si è svolta l'udienza del processo per la rapina di Levata. Il nostro avvocato, Maddalena Grassi, ha presentato, come previsto, la richiesta di costituzione di parte civile del comitato. Il risultato non era affatto scontato, ma l'avvocato ha mostrato tutta la sua bravura e professionalità nell'argomentare come siano stati lesi legittimi beni materiali ed immateriali legati all'attività del controllo del vicinato, e nel richiamare i necessari e decisivi riferimenti alla giurisprudenza in casi assimilabili.

La difesa degli imputati si è opposta con la motivazione che, non essendosi costituite parte civile le persone offese, non vi era motivo valido che altri, con interessi più tenui, lo facessero. Argomento invero infondato: infatti, anche se ciò poco rileva nel processo, è proprio a sostegno ed in surroga delle persone offese che il comitato si costituisce, come atto di solidarietà e di sostegno a chi risente ancora oggi, e forse per sempre, delle conseguenze di quella bestiale aggressione.

Il processo poi si è interrotto per un vizio formale, ed è stato rinviato al 12 gennaio 2015 per svolgersi con rito ordinario: ci saremo!

È forse la prima volta che un comitato di quartiere si costituisce parte civile, ed è quasi certamente la prima volta che il controllo del vicinato entra in un processo come attività a favore della sicurezza collettiva, alla quale dei malfattori hanno inferto un danno suscettibile di richiesta di risarcimento.

Ma ovviamente non è proprio il caso di aspettarsi un ritorno economico. Apriremo presto una raccolta fondi fra i nostri volenterosi concittadini per poter affrontare il processo con tranquillità.

Aggiornamento del 12/1/2015: il processo si è regolarmente aperto oggi, ma, dopo aver affrontato alcune questioni preliminari di scarsa rilevanza, è stato aggiornato al 26 gennaio ore 15 per sentire i testimoni.

Aggiornamento del 26/1/2015: come previsto (Gazzetta e Voce), sono stati sentiti diversi testimoni, fra i quali ben tre componenti del comitato di quartiere (ma non in quanto tali, bensì perché vicini di casa dei rapinati). Con un testimone si è anche andati vicino al riconoscimento degli accusati. Il processo è stato aggiornato al 13 aprile ore 15 per sentire gli inquirenti ed i testimoni della difesa.

Tenete le antenne alzate, restate connessi!

   

PDFStampaE-mail

Un evviva per le telecamere di Levata

Lunedì 08 Settembre 2014

Per una volta Levata, dopo una entusiasmante rimonta, batte Montanara ed Eremo per distacco!

Come ci conferma Cristiano Colli, comandante della Polizia Locale Intercomunale, l'installazione delle telecamere nei punti di accesso di Levata, gestita direttamente dalla polizia locale ed affidata il 14 giugno scorso alla ditta Areatech, è già completa e funzionante!

Manca, ma è già predisposta, la funzione di lettura delle targhe, che sarà attivata quando TEA, che installa le telecamere a Montanara ed Eremo (ed ecco spiegata la ragione del distacco), avrà completato i suoi lavori.

È anche in buona posizione, afferma Colli, la pratica per l'ottenimento di un sostanzioso finanziamento regionale su questo lavoro: se ne conoscerà l'esito a fine anno.

Ora Levata è certamente assai più sicura.

Un plauso alla nostra polizia locale ed all'amministrazione tutta!

   

PDFStampaE-mail

Dove sono le telecamere di Levata?

Venerdì 09 Maggio 2014

Questa è una lettera aperta del comitato di quartiere al nostro sindaco.

"Signor sindaco

al comitato abbiamo la sana abitudine di leggere frequentemente sull'albo pretorio i documenti dell'amministrazione. Da notare che gli stessi documenti vengono anche archiviati sul nostro sito www.levata.org , dove è disponibile la ricerca 'tutto testo' (mentre sul sito comunale la ricerca è solo 'nel titolo').

Abbiamo così constatato con piacere che la installazione di 6 nuove telecamere a Montanara ed Eremo sta procedendo: il 29 marzo è stato completato l'ordine dei lavori preparatori (ad oggi presumibilmente eseguiti) ed il 24 aprile è stato approvato il progetto esecutivo di TEA, che procederà all'installazione.

Non così vanno invece le cose per Levata. Infatti la delibera di giunta del 28 febbraio, con la quale sono state decise le nuove installazioni di telecamere, è stata fermata per Levata dal parere negativo del responsabile finanziario del comune per mancanza di copertura.

Ricordano però tutti i presenti alla riunione sulla sicurezza del 25 marzo, che lei ha pubblicamente indicato la fine di giugno come termine per la installazione di nuove telecamere a Levata (oltre che a Montanara ed Eremo). Ci permettiamo di farle notare che lei sapeva già, all'epoca, del parere negativo di cui sopra, ma non ha evidentemente ritenuto di farne menzione.

Speriamo che nel bilancio preventivo di prossima presentazione in consiglio comunale si siano trovati i fondi necessari, ma sembra difficile, a questo punto, che possa essere mantenuta la scadenza di fine giugno. Qualora questa scadenza non fosse mantenuta, pensiamo che ai cittadini di Levata sarebbe gradito se lei facesse ammenda per non averli completamente informati nell'incontro pubblico."

   

Pagina 2 di 3

<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie a scopi statistici e per rendere il sito di più facile utilizzo. Per saperne di più.Garante per la protezione dei dati personali