Viabilità

PDFStampaE-mail

Edera: rotatoria e ciclabile verso l'apertura

Sabato 10 Novembre 2018

Le deviazioni del traffico dovute al cantiere Edera stanno per finire: martedì prossimo, 13 novembre, le opere in corso saranno completate e (finalmente) si potrà circolare attorno alla rotatoria e percorrere la ciclabile fino a Corte Edera.

Resteranno da eseguire solo alcune rifiniture, per le quali bisognerà aspettare fino a marzo prossimo: l'asfaltatura definitiva, le aiuole e qualche dettaglio.

Stappiamo una bottiglia? Certo: vediamo qui la conclusione della prima fase concreta di rinascita di quell'angolo di Levata, fonte in passato di tante polemiche e di nere aspettative. Qualcuno ricorda la scuola che doveva sorgere là, e della quale esisteva anche un bel progetto? Purtroppo sappiamo tutti che le opere pubbliche, in Italia, vanno troppo spesso incontro ad incagli e battute di arresto: anche nella vicenda che si conclude fra qualche giorno abbiamo avuto il tempo perso per aver dovuto processare un centinaio di offerte (grazie agli obblighi certosini di un codice degli appalti che non funziona) e l'ulteriore tempo perso dall'impresa, che avrebbe potuto concludere il lavori due mesi prima, aveva tutto il tempo per farlo. Noi cittadini ci siamo troppo abituati a lasciar correre, pensiamo che tanto non ci si può fare niente, e che anzi va bene così, visto che in altri casi è andata anche peggio: è un atteggiamento sterile, tutti dobbiamo scendere in campo.

Ma intanto una pagina sarà stata voltata martedì prossimo: guardiamo alla prossima.

 

PDFStampaE-mail

Edera si ferma per un pò

Martedì 30 Ottobre 2018

Tutti i concittadini avranno notato che il lavori per la nuova rotatoria sono andati a rilento per qualche mese, poi hanno avuto una netta ripresa, ora sono di nuovo in rallentamento, ma presto, arrivati quasi alla conclusione, si fermeranno fino alla prossima primavera: la percorrenza attorno alla rotatoria e sulla nuova ciclabile saranno completate (non più deviazioni, quindi), ma tutto resterà con le strisce gialle per terra. A marzo o ad aprile l'asfalto sarà rinnovato con lo strato finale, saranno tracciate le strisce e saranno finite le aiuole a verde.

Questo stop and go si è reso necessario (1), ci comunicano gli amministratori, per poter concorrere ad un bando regionale di finanziamento, che, se sarà concesso, permetterà di spendere ulteriori 60.000 € per la sistemazione dell'intero tratto di ciclabile lungo via Levata. Un bel risultato davvero.

Al Comitato tuttavia (forse siamo cocciuti e pignoli) non abbiamo apprezzato alcune cose: il fatto che gli impegni presi con la cittadinanza (completamento entro l'inizio di novembre) non saranno mantenuti; la incertezza sui tempi che introduce la fermata, come si è subito visto dal rallentamento dei lavori, che invece dovrebbero continuare di gran lena per quasi completare le opere entro il 12 novembre; la subitaneità della decisione, senza alcun preavviso: il 29 settembre veniva confermato il completamento per il 12 novembre, e solo 15 giorni dopo tutto era cambiato. Resta anche da capire perché un progetto da finanziare che riguarda un paio di chilometri di ciclabile debba far sospendere lavori che riguardano gli ultimi 200 metri.

È giusto, comunque, riconoscere che questa amministrazione, il sindaco in particolare, ha saputo raggiungere, con determinazione, risultati importanti nell' affaire Edera, anche se avremmo preferito che, al momento di vedere la prima concretizzazione dei risultati, tutto si fosse svolto con maggiore efficacia. Purtroppo sappiamo tutti che lo stato, in Italia, quando vuole ruggire, riesce ad emettere al massimo un belato d'agnello.

Ma ci saranno ancora tanti altri passi da compiere: guardiamo avanti. Ora aspettiamo di conoscere i tempi per concludere la fase attuale dei lavori ed anche per il termine finale in primavera.

(1) Per ottenere il finanziamento, è necessario che le opere che ne sono oggetto non siano state già pagate al momento della concessione.

   

PDFStampaE-mail

Più sicurezza per la scuola primaria

Domenica 28 Gennaio 2018

L'amministrazione comunale, come sarà anche comunicato a mezzo stampa, intende mettere in atto una operazione sicurezza per l'uscita degli allievi dalla scuola Don Grioli di Levata.

Che quella uscita sia pericolosa è evidente a tutti coloro che si trovano sul posto in quei momenti, ed in particolare ai nonni vigile che, con abnegazione ed a repentaglio della propria incolumità, ogni giorno assicurano un prezioso ed indispensabile presidio del passaggio pedonale antistante la scuola.

L'operazione che l'amministrazione vuole compiere consiste nell'imporre, ogni giorno, il blocco di via Levata, nel breve tratto fra via Pisanello e via Costituzione, per il breve periodo (un quarto d'ora?) che consente l'uscita dalla scuola. Il blocco partirà dal 5 febbraio e sarà a titolo sperimentale. Sarà realizzato interrompendo la strada con transenne e disponendo adeguata segnaletica.

Al Comitato pensiamo che l'operazione sia 'coraggiosa', per i non pochi rischi che presenta, ma, visto che il problema della sicurezza esiste, è giusto che si tenti qualcosa per farvi fronte.

I problemi possono nascere dalla gestione della movimentazione della segnaletica, che può rappresentare essa stessa un problema di sicurezza, se non eseguita con le dovute precauzioni, e dall'intasamento del traffico che conseguirebbe, ad esempio, ad una contemporanea chiusura e riapertura del passaggio a livello. Sarebbe opportuno definire a priori i percorsi alternativi predisposti per ciascuna delle direttrici di traffico deviate (sono almeno 4 queste direttrici) e renderle note ed obbligate con adatta segnaletica che, però, essendo temporanea, non sarebbe per niente facile da gestire.

Attendiamo quindi di vedere i primi risultati per valutare. Nel frattempo tutti i concittadini sono invitati a collaborare al meglio alla riuscita dell'operazione.

   

PDFStampaE-mail

Incrocio dell'Arginotto da evitare per qualche giorno

Mercoledì 15 Marzo 2017

Un'opera lungamente attesa sta per essere realizzata: il semaforo all'incrocio fra via dell'Arginotto e via Levata sarà installato alla fine di questo mese di marzo 2017. La realizzazione è a cura del comune di Borgo Virgilio, perché l'incrocio è nel suo territorio.

Dobbiamo essere tutti coscienti del fatto che lo scopo principale perseguito è quello della sicurezza, perché inevitabilmente qualche rallentamento della circolazione lo si avrà a causa del semaforo.

Invece ci saranno di certo seri problemi per la circolazione durante i lavori, fra il 21 ed il 31 di questo mese: da Levata non si potrà andare a Cappelletta, solo svoltare a sinistra. Maggiori dettagli sono nell'ordinanza.

Il consiglio per tutti è ovviamente quello di evitare l'incrocio nelle due ultime settimane del mese: via Poma è una alternativa valida, i residenti dovranno sopportare il traffico aumentato, ma sarà di breve durata.  

   

PDFStampaE-mail

Aggiornamento sul passaggio a livello

Domenica 21 Settembre 2014

Sembra quasi che i gestori delle ferrovie a Mantova abbiano preso paura!

È bastato che montasse la protesta per i tempi morti anche dei passaggi a livello di Borgochiesanuova e Cittadella, perché si vedesse un sensibile miglioramento dei tempi, almeno a Levata.

Infatti da qualche settimana molti treni provenienti da Modena fanno registrare un tempo di chiusura del nostro PaL più che accettabile, passato da oltre 5 minuti a meno di 2 minuti! Quasi tutti gli altri treni sono rimasti oltre i 5 minuti, ma intanto un miglioramento c'è stato, e questo è positivo.

Sorgono però adesso molte domande.

  • Se era così facile ridurre i tempi, perché questo non è stato fatto subito, quando, a Levata, abbiamo vivacemente protestato diversi mesi fa?
  • Dove erano allora i nostri amministratori, che, invece di fare la voce grossa, come hanno fatto adesso gli amministratori di Mantova, si sono limitati a scuotere le spalle? Mica vorranno convincerci che Levata farebbe meglio a secedere da Curtatone per passare sotto Mantova?
  • Ora che sappiamo che si possono migliorare i tempi, che cosa si aspetta per estendere i miglioramenti a tutti i treni? E se i magnifici tecnici delle nostre ferrovie, che proporremo per il prossimo premio Nobel, dovessero ripeterci che è difficile, che ci sono insormontabili problemi di sicurezza, ecc., che cosa aspettano a venircelo a spiegare direttamente?
  • A quando la istituzione di una civilissima tassa comunale sui tempi di interruzione del traffico nei passaggi a livello e per lavori stradali? A noi cittadini viene imposto il ticket sanitario, ed è giusto, perché serve a evitare inutili sprechi di cure e medicine. Ma allora perché deve essere libero lo spreco del nostro tempo (non certo di quello di lor signori)? E poi lor signori vengono a spiegarci che la produttività in Italia è bassa: ma non è quello spreco inutile del nostro tempo un insulto agli sforzi che ciascuno di noi fa per migliorare la situazione in cui ci troviamo?
   

Pagina 1 di 3

<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie a scopi statistici e per rendere il sito di più facile utilizzo. Per saperne di più.Garante per la protezione dei dati personali