PDFStampaE-mail

Ancora sul passaggio a livello

Avevamo cantato vittoria troppo presto? Tranquilli, le nuove sbarre funzionano come previsto, ma... c'è un ma che proprio piccolo non è, soprattutto per gli abitanti più vicini al passaggio.

Infatti con il nuovo impianto i tempi di attesa a sbarre chiuse si sono notevolmente allungati, e con essi anche le code delle auto in attesa, generose nel rilasciare gas di scarico a torrenti.

Più in dettaglio: per i treni in provenienza da Modena, l'attesa è solo di poco superiore a quanto avveniva in precedenza, circa 3 minuti e mezzo, ma in questo caso l'attesa è in gran parte dovuta alla fermata nella stazione di Levata. Per i treni in provenienza da Mantova, invece, l'attesa è passata da meno di un minuto a 5 minuti e mezzo!

Ne abbiamo chiesto ragione all'incaricato di RFI, sentendoci rispondere che non si può fare diversamente, perché il nuovo impianto risponde ad uno standard di sicurezza aumentata, che prevede la verifica dell'avvenuta chiusura delle sbarre da parte del conduttore del treno. Ha però anche detto qualche parola di troppo, aggiungendo che inevitabilmente gli abitanti si abitueranno, col tempo, a prendere altre strade (!?).

Noi, che notoriamente abbiamo la cattiva abitudine di pensar male, ci immaginiamo quello che possono essersi detti i progettisti di RFI a suo tempo: "Ma sì, là è aperta campagna, ci abita solo qualche villico, nemmeno se ne accorgeranno dei tempi più lunghi, se noi risparmiamo qualche soldo accorpando la chiusura del passaggio di Levata a quello di Borgochiesanuova!".

Torneremo sulla questione con più complete misurazioni dei tempi di attesa. Intanto però ci aspettiamo che l'amministrazione introduca e faccia rispettare l'obbligo di spegnimento motori da parte delle auto in coda.

E infine ci sorge un altro dubbio: possibile che, nell'era del GPS e di Internet, le ferrovie non abbiano realizzato un controllo dei passaggi a livello che permetta di non tenere chiuse le sbarre quando il treno è fermo in una stazione molto vicina, come a Levata? Vuoi vedere che non solo noi siamo i villici della situazione?

Commenti 

 
#2 Alberto Cremonesi 2013-11-24 03:35
Concordo pienamente con le considerazioni espresse a proposito dell’allungamen to dei tempi tecnici di chiusura delle sbarre al passaggio a livello. Credo che dovrebbe intervenire il Comune con il proprio Ufficio Tecnico per approfondire la cosa con le Ferrovie. E’ assurdo, inoltre, che il miglioramento tecnico comporti un aumento dei tempi di attesa per le automobili. In particolare non è corretto che le Ferrovie pongano a carico degli automobilisti il tempo di sosta alla stazione di Levata.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
#1 Fabrizio Veneziani 2013-11-24 03:34
Perchè non ricordare a tutti intanto di cominciare a spegnere i motori degli automezzi quando si è fermi al passaggio a livello o al semaforo. Cogliamo quei momenti di pausa forzata per rilassarci un pò e non inquinare ulteriormente l'aria
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie a scopi statistici e per rendere il sito di più facile utilizzo. Per saperne di più.Garante per la protezione dei dati personali