Rassegna stampa

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 27 ottobre 2011

Giovedì 27 Ottobre 2011

 

PDFStampaE-mail

Voce di Mantova 27 ottobre 2011

Giovedì 27 Ottobre 2011

   

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 24 ottobre 2011

Lunedì 24 Ottobre 2011

100 parole dialettali da salvare nel Mantovano: Ugo Buganza ha vinto il concorso del Fogolèr

Pubblico delle grandi occasioni ieri pomeriggio al Centro Sociale "Il Tiglio" a Pietole di Virgilio, richiamato dalle premiazioni del V° concorso mantovano "100 Parole dialettali da salvare", promosso dal Fogolèr, avvalendosi del patrocinio della Fondazione Grand'Ufficiale Costantino Canneti. I concorrenti erano chiamati ad inviare parole caratteristiche del dialetto mantovano, per non disperdere un patrimonio culturale di rilievo, da tramandare alle future generazioni. Non a caso, l'intenzione degli organizzatori è indirizzata a realizzare un Glossario dei termini più significativi, accompagnati dalla traduzione e da arricchimenti vari. Il volume verrà dato alle stampe entro la fine del 2012, in occasione del 40ennale dell'attività esercitata dal Cenacolo. Alla ricerca del dialetto hanno risposto quest'anno 33 candidati. Una giuria, presieduta da Giancarlo Gozzi, ha decretato i vincitori dell'edizione targata 2011: primo classificato Ugo Buganza di Borgofranco (250euro); secondo Giuliano Vergani di Virgilio (150), terza Manuela Tomè di Buscoldo (100). Agli altri 5 segnalati sono stati consegnati 50 euro ciascuno: Fausto Baraldi di Levata, Edo Borghi di Pegognaga, Luciano Dosoli di Curtatone, Simone Peverada di Casalmoro e Francesco Reggiani di Cerese. Alla cerimonia erano presenti inoltre, il presidente del sodalizio, Sergio Aldrighi, con l'ex Claudio Quarenghi e l'amministratore della Fondazione, Carlo Alberini. L'iniziativa risale al 2007, ad un'idea dell'attuale socio onorario Wainer Mazza. Un lustro, che ha consentito di raccogliere oltre 10mila parole dialettali, provenienti da quasi tutte le località della provincia mantovana. (g.s.)
   

PDFStampaE-mail

Gazzetta di Mantova 14 ottobre 2011

Venerdì 14 Ottobre 2011

Maxi cantiere a Levata per evitare gli allagamenti

CURTATONE (Levata) Un piano da 560mila euro per riqualificare la rete fognaria di Levata. È il progetto approvato dalla giunta comunale di Curtatone, per rinnovare il sistema di collettamento delle acque meteoriche, eliminandone le criticità. Si tratta di opere che andranno a integrare i lavori da circa 600mila euro, effettuati nel 2010 a carico del piano di intervento Edera, per un riadattamento della rete fognaria di via Levata, che da via Costituzione arriva a via Caduti del Lavoro. In poco tempo si erano rilevati evidenti effetti positivi sull'intero sistema, e l'amministrazione ha deciso di proseguire sulla strada tracciata un anno fa. Tea Acque, in accordo con il Comune, ha quindi realizzato il progetto esecutivo definitivo, che consisterà nella realizzazione del nuovo collettore di smaltimento della rete che parte da via Costituzione, per risalire verso l’abitato di San Silvestro, e poi fino a via Verga. I lavori, che partiranno a inizio 2012, procederanno in particolare con lo sdoppiamento della linea, cioè nella divisone tra acque chiare ed acque scure, e nel direzionamento verso il canale Esperimento. A intervenire sulla questione è l'assessore ai lavori pubblici, Francesco Ferrari: «È un intervento importante –dice – in quanto andrà a migliorare lo scolo verso il canale Esperimento in fregio a via Arginotto, da poco riqualificato, e questo eviterà allagamenti alla frazione di Levata come quelli avuti in passato». I costi delle opere ammontano complessivamente a 559.076 euro, di cui 375.376 euro per opere a base d’appalto, e i restanti 183.699 euro per le cosiddette somme a disposizione. La parte a carico dell’amministrazione comunale sarà pari a 162mila euro. Elena Caracciolo
   

PDFStampaE-mail

Voce di Mantova 6 ottobre 2001

Lunedì 10 Ottobre 2011

   

Pagina 62 di 64

<< Inizio < Prec. 61 62 63 64 Succ. > Fine >>

Proseguendo la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie a scopi statistici e per rendere il sito di più facile utilizzo. Per saperne di più.Garante per la protezione dei dati personali